Forse non è esattamente un artista emergente dato il numero di mostre che ha realizzato e di cui mi sarebbe piaciuto parlarvi, se non fosse che il suo sito è interamente scritto in norvegese, in rete le notizie scarseggiano e pur avendo provato a contattarlo non siamo riuscite nell’intento di portarvi la sua testimonianza diretta. Sto parlando di Rune Guneriussen, che in Norvegia è nato nel 1977.

Eserciti compatti, incontri romantici, marce trionfali. Ma anche scontri furiosi e contatti furtivi. L’ambientazione, tranne qualche eccezione, è data dallo spettacolare e algido paesaggio naturale nordico. Ma i protagonisti di queste messe in scena fotografiche non sono guerrieri ed amanti in carne ed ossa bensì telefoni, coloratissime abat-jour e sedie dalle linee minimali.

Spettacolari in particolar modo sono le fotografie scattate nell’atmosfera bluastra del crepuscolo. Tutto questo, e anche di più, è il surreale e curioso mondo di Rune. In mancanza, purtroppo, di altre informazioni, rifatevi gli occhi con le sue splendide immagini e soprattutto fate viaggiare la fantasia.