Tombino-Art-Milano

Sopra il Sotto è una nuova interessante iniziativa proveniente da Milano; si tratta di una mostra open air in cui a rifarsi il look sono i tombini delle fibre ottiche grazie a dei “make-up artist” d’eccezione. La realizzazione, infatti, è stata affidata a 16 giovani street artist che, con l’aiuto di Attilio Tono e Veronique Pozzi , hanno realizzato 30 tombini, invadendo le strade di uno dei quartieri milanesi più produttivi e conosciuti per il proliferare artistico e culturale degli ultimi anni, Tortona.

L’idea nasce da Monica Nascimbeni con la collaborazione di Davide Giannella e Gisella Borioli per il decennale anniversario della società METROWEB, titolare della piu’ grande rete di fibre ottiche in Europa.

Un oggetto quasi invisibile di uso comune, il tombino parte integrante del paesaggio urbano, diventa visibile, scolpito, colorato, curioso, figurativo o astratto, simbolico. Un linguaggio immediato, come quello della rete, diffonde l’arte con spontaneità nel cuore della città.

Sopra il Sotto rappresenta una importante riflessione sull’identità visiva della città, sul visibile e l’invisibile, sulla fruibilità artistica che coinvolge la cittadinanza senza barriere e mediazioni, sulla tecnologia avanzata, sul futuro”.

Un evento, questo, che crea nuovi spazi dove l’arte può esprimere se stessa aprendosi anche a chi, di norma, non si sarebbe interessato ad essa.

Gli artisti coinvolti sono: 108, 2501, Abbominevole, Bo130, Dem, El Gato Chimney, Faust, Luze, maba, Microbo, Ozmo, Pho, Santy, Sten&Lex, Ufo5

via | Undo.net