Inaugura oggi alla Galleria Contemporanea di Vicolo Sugarelli 6, la mostra personale di Vanessa Palomba, giovaneartista inglese, oggi  stabilmente trasferitasi in Italia dove vive e lavora.

L’esposizione presenta una selezione di opere che illustrano il percorso creativo dell’artista, le sue evoluzioni tecniche e tematiche sintetizzate in un nuovo linguaggio espressivo in cui concetto e materia si uniscono divenendone la base portante.

In un susseguirsi di complessità e semplificazione nascono dalla mano dell’artista diverse tipologie figurative tra cui quelle dominanti sono i piedi, soggetto che da sempre è stato caricato di un forte valore simbolico; in molte culture hanno un’importanza simbolica e religiosa, nella mitologia si trovano diversi riferimenti ad essi, anatomicamente sono la base del corpo e mezzo di stabilità, per dirla come Leonardo sono di per sé “un’opera d’arte, un capolavoro di ingegneria”. E come opere d’arte Vanessa Palomba li esprime, non solo come fondamento del corpo umano, ma anche, a livello concettuale, come sineddoche di esso, del viver quotidiano; è nei piedi che è racchiuso il cammino dell’uomo, il suo pellegrinaggio verso terre lontane, l’esilio forzato di molti che devono allontanarsi dalla propria terra.

Soggetto dall’imponente significato metaforico è, dunque, molto più di un mero esercizio di stile. La composizione ne evidenzia l’importanza come unico protagonista: gli sfondi sono neutri e non vi è presenza di alcun elemento distintivo e distrattivo; ne risulta un’astrazione dal contesto che produce un’assolutizzazione dell’elemento raffigurato.

Fino al 20 Ottobre