manifesto occhirossiIl Festival Fotografia di Roma è nel pieno del suo svolgimento e tante sono le iniziative collaterali che con il grande evento condividono il soggetto. Rientra in questo ampio ventaglio di proposte Occhirossi, festival indipendente di fotografia, che da domani 3 luglio, fino a domenica 5, sarà di scena al Forte Prenestino.

Ricco il programma, con 130 mostre ospitate nelle celle del Forte e 4 workshop, oltre a proiezioni foto-cinematografiche, performances, incontri e documentari. L’evento è stato reso possibile grazie alla collaborazione tra una serie di camere oscure autogestite, associazioni culturali e singoli individui che hanno a cuore il tema della cultura fotografica.

Occhirossi sarà l’occasione per vedere esposte tutte insieme le foto dei numerosi partecipanti, che saranno successivamente distribuite nelle varie sedi non convenzionali sparse sul territorio capitolino che hanno dato la loro disponibilità e il cui elenco sarà pubblicato in seguito sul sito. Qui trovate già la lista degli espositori con le anteprime dei loro scatti e brevi cenni descrittivi e tecnici. Ciò che si coglie immediatamente è una grande varietà di stili e di approcci visivi, alcuni maturi, altri più naif.

Ricordo infine che ogni workshop prevede un numero chiuso di partecipanti, quindi occorre iscriversi al più presto. L’ingresso alle mostre varia ogni giorno anche in base all’orario ma potrete trovare tutti i dettagli nel sito.

flyerDa sabato 30 maggio, con inaugurazione alle ore 19, la galleria Sala 1 di Roma ospiterà la più grande collettiva di fotografia mai organizzata nella capitale. Si tratta di “Fotox1000”, momento conclusivo dell’iniziativa ideata da Francesco Amorosino e che, in analogia con l’VIII edizione di Fotografia – Festival Internazionale di Roma, ha per tema “Le declinazioni della gioia”.

Il numero 1000 del titolo coincide grosso modo con quello degli scatti presentati in mostra da quasi 400 artisti provenienti da oltre 30 paesi del mondo. Sarà possibile vedere, nel classico formato cartolina 10 x 15, opere di artisti internazionali, fotografi di guerra, scultori, pittori ma anche e soprattutto fotografie scatatte da persone comuni.

Durante l’esposizione, che terminerà il 10 giugno, i visitatori potranno portare via una delle foto esposte adottandone così virtualmente l’autore, di cui in questo modo scoprirà l’identità. Su Flickr, inoltre, esiste un gruppo dove chi è registrato al sito può pubblicare la propria foto.