PacilioHa inaugurato ieri Il drago nel corpo, mostra personale della giovane artista Lara Pacilio, presso la sede romana della Galleria Contemporanea.

L’artista presenta un’interessante selezione di opere della sua ultima produzione in cui protagonista assoluta è la donna contornata ed accompagnata da piccole figurine maschili, molto più simili a mostriciattoli in stile manga, dalle più svariate espressioni e pose.

D’eccezione  il commento critico affidato al regista Fabio Segatori il quale definisce  così il lavoro della Pacilio “carnale, sfrontato, potentemente femminile. Lontano dal perbenismo e dalla futilità di molte giovani proposte, le sue visioni sono scatenate, viscerali, emancipate. Nel rappresentare le sue donne non sceglie pose plastiche, eleganti o grafiche. Non aderisce ai modelli di TV e pubblicità, ma ritrae il corpo femminile com’è nella vita, con un nuovo e più consapevole iperrealismo. Meno gridato. Più doloroso e vero“.

Le opere sono visionabili nella sede di Vicolo Sugarelli 6, fino al 4 Dicembre dal martedì al venerdì 16:00-20:00, il sabato su appuntamento.

invito_plasmaNuova mostra per la giovane galleria Contemporanea di Roma che fino al 3 Settembre ospiterà una collettiva di sette autori, nuove proposte nel panorama artistico contemporaneo.

Il titolo della mostra, Plasma 09, prende a prestito, come si legge nel comunicato stampa, “un termine fisico che identifica un gas ionizzato, globalmente neutro ma costituito da particelle cariche. Questo coesistere di una stabilità totale formata da sotto-impulsi, stimoli e frenesie interne, è preso come metafora per rappresentare il sistema creativo dell’arte contemporanea: una globalità formata dai fermenti continui e autonomi degli artisti“.

Sette modi diversi di esprimersi, di comunicare e di usare la gestualità artistica per manifestare il proprio essere creativo affrontando, in modo più o meno serio, il mondo circostante e tematiche difficili come l’autodistruzione e la solitudine, lasciando, però, ampi spazi anche ad ironiche interpretazioni di se stessi, della sessualità e del viver quotidiano.

Artisti esposti:  Luca Bidoli, Maimuna Feroze-Nana, Sabrina Marconi, Jara Marzulli, Lara Pacilio, Vanessa Palomba, Tina Sgrò.